Piano di studio 2017-2018

[il numero a fianco del singolo insegnamento indica i crediti formativi che si conseguono superando l'esame]

Primo anno

Diritto costituzionale 12

Istituzioni di diritto privato 12

Storia del diritto medievale e moderno 9

Un insegnamento a scelta tra:

          Storia del diritto romano -  profili istituzionali 9

          Storia del diritto romano -  profili storico-giurisprudenziali 9

Un insegnamento a scelta tra:

          Diritto privato comparato 9

          Diritto pubblico comparato 9

Materia a scelta 6

Lingua inglese B1 3

 

Secondo anno

Diritto del lavoro 12

Diritto dell’Unione europea 9

Economia politica 9

Fondamenti romanistici del diritto europeo e storia delle codificazioni moderne 12

Un insegnamento a scelta tra:

          Filosofia del diritto 9

          Filosofia del diritto: indirizzo socio-antropologico 9

          Filosofia del diritto: indirizzo teorico-metodologico 9

Un insegnamento a scelta tra:

          Diritto canonico 6

          Diritto ecclesiastico 6

Lingua inglese B2 3

               

Terzo anno

Diritto amministrativo 9

Diritto civile 15

Diritto penale I 9

Diritto penale II  9

Un insegnamento a scelta tra:

          Diritto agrario e dell'agribusiness 6

          Diritto internazionale privato 6

Un insegnamento a scelta tra:

          Etica professionale 6

          Filosofia politica 6

          Metodologia giuridica 6

Materia a scelta 6

               

Quarto anno

Diritto commerciale 15

Diritto processuale amministrativo 9

Diritto processuale civile 15

Procedura penale 15

Materia a scelta 6

               

Quinto anno

Diritto internazionale pubblico 9

Diritto tributario 9

Materia a scelta 6

Materia a scelta 6

Laboratorio 3

Laboratorio 3

Presentazione dell’indice ragionato della tesi e relativa bibliografia 4

Tesi di laurea 20

 

Propedeuticità

Gli studenti, nella preparazione degli esami, dovranno rispettare le propedeuticità di cui al seguente link

conoscenze richieste per l'accesso

Sono ammessi gli studenti in possesso del diploma di scuola secondaria superiore o di altro analogo titolo di studio conseguito all'estero, di cui sia riconosciuta l'idoneità.
Sono predisposti dei test di verifica delle conoscenze iniziali dello studente, che vertono su argomenti di cultura generale, con particolare riguardo ai principi dell'ordinamento italiano, all'attualità  politica, alla storia moderna e contemporanea, all'attitudine al ragionamento giuridico, al lessico e alle operazioni elementari del discorso. La partecipazione a tali test riveste carattere obbligatorio. Per gli studenti che non conseguono un esito positivo, sono organizzati specifici corsi di recupero.